Tour al Campo di Concentramento di Terezín

Terezín è una città situata a circa 60 km a nord di Praga, fondata dall’imperatore Giuseppe II nel 1784.

Tour al Campo di Concentramento di Terezín

In origine era una fortezza militare, con mura e fossati, costruita per proteggere la città di Praga dal nord da un possibile attacco prussiano.

Campo di Concentramento di Terezín

Terezín divenne famoso durante la Seconda Guerra Mondiale quando i nazisti trasformarono questa antica fortezza in un Campo di Concentramento per prigionieri ebrei, noto anche come Ghetto di Terezín. Circa 150.000 persone passarono di lì, di cui circa 35.000 morirono nel ghetto e circa 87.000 dopo essere stati deportati nei campi di sterminio.

Terezín è oggi una città tranquilla e piccola che non sembra essere stata la protagonista degli orrori dell’Olocausto e della guerra. Una visita essenziale e un luogo importante per la riflessione e la memoria.

Cosa vedremo nel Tour del Campo di Concentramento di Terezín

  • Fortezza Grande (Il Ghetto)
  • Il Museo del Ghetto
  • Disegni di bambini
  • La propaganda all’interno del campo di Terezín
  • Caserma di Magdeburgo
  • La vita artistica del ghetto
  • Il crematorio
  • La stanza di stipendio
  • Il cimitero nazionale
  • La prigione della Gestapo

E molto altro …

Prezzi

  • Adulti: 43 euro / 1150 CKZ a persona
  • Studenti: 38 euro / 1000 CZK a persona (fino a 25 anni con una carta dello studente)

Il prezzo include trasporto privato, guida in italiano e biglietti per il Museo del Ghetto e la Prigione della Gestapo.

Prenota >>

Lingua

  • Italiano

Dove e cuando

I nostri tour del Campo di Concentramento di Terezín partono i giorni Lunedì, Mercoledì, Venerdì e Domenica alle 10.00 hs da Staroměstské nám. 934/5 (Piazza della Città Vecchia) vicino al negozio Cartier. I nostri tour sono patrocinati dalla united world tours e le nostre guide turistiche portano degli ombrelli verdi.

Riservi e si assicuri la sua partecipazione

Le raccomandiamo riservare per garantirsi la sua partecipazione il giorno e l ‘ora concordata.

PRENOTA »